Il punto del dg Fabiano Livoni

Il punto del dg Fabiano Livoni

Manca sempre meno all’esordio nei play-off 2019 da parte della Calligaris Csb Corno di Rosazzo che sabato, alle 20, ospiterà Murano in gara 1 dei quarti di finale. Si tratta della sfida tra terza e sesta nella griglia, ma guai a pensare che sia un accoppiamento semplice per i friulani. Anzi. Forse, tra le formazioni finite dal quinto all’ottavo posto in stagione regolare, quella lagunare è la più forte. Non a caso Murano è stata l’unica ad avere battuto Mestre (in casa propria) nella prima fase.

«Finora siamo andati oltre le più rosee aspettative – afferma il direttore generale Fabiano Livoni -. Dopo i cambiamenti estivi non era scontato riuscire a competere con determinate squadre. E’ motivo di soddisfazione il raggiungimento del terzo posto con 44 punti. Ora, però, sotto coi play-off».

Come vedi l’accoppiamento con Murano?  ­­­

«A detta di tanti addetti ai lavori è da prendere con le pinze. Tanti avrebbero voluto evitare i veneti, ma accettiamo la sorte anche perché non abbiamo fatto calcoli. Dopo un avvio di stagione balbettante, Murano si è ripreso e ha saputo marciare per un periodo con ritmo da prima della classe. Non sarà una serie facile, però cercheremo di partire col piede giusto. L’obiettivo è di continuare a dare fastidio alle avversarie ambiziose e spingerci fin dove possiamo».

Sopperendo alle assenze.   ­­­

«Non ci voleva lo stop di Franz, ko a un ginocchio. Aspettiamo l’esito della risonanza magnetica, ma guardiamo avanti. Abbiamo fiducia nei nostri ragazzi per disputare un play-off importante».

Servirà l’apporto dei sostenitori della Calligaris.

«L’auspicio è che il palazzetto sia pieno per trascinare capitan Bacchin e compagni».   ­­­

Ufficio Stampa

facebook

main sponsor

co sponsor